LOVE STORY – A pink romantic wedding

“Io non pretendo di sapere cosa sia l’amore per tutti, ma posso dirvi che cosa è per me: l’amore è sapere tutto su qualcuno, e avere la voglia di essere ancora con lui più che con ogni altra persona. L’amore è la fiducia di dirgli tutto su voi stessi, compreso le cose che ci potrebbero far vergognare. L’amore è sentirsi a proprio agio e al sicuro con qualcuno, ma ancor di più è sentirti cedere le gambe quando quel qualcuno entra in una stanza e ti sorride.” – Albert Einstein

 

Il matrimonio di Eleonora e Marco si è svolto in una bellissima villa alle porte di Milano.
La celebrazione del matrimonio sotto un arco di rose rosa all’ombre dei grandi alberi di villa Cavenago ha dato spazio a parole di affetto di amici e parenti e lacrime di commozione.
Tutto è stato all’insegna dell’eleganza e del romanticismo: le decorazioni, la band jazz-swing, l’abito di Eleonora…


studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini studiotamborini
PHOTOGRAPHY: Samanta Tamborini, Virginia Bettoja
VIDEO: The Lovely day
www.thelovelyday.eu/e-m-wedding-film/
LOCATION: Villa Cavenago, Trezzo sull’Adda BG- Italy
www.villacavenago.it

Immaginate terrazzi che digradano dolcemente fino ai primi rami di un bosco e, al suo limitare, un fiume, che da impetuoso rallenta, prende respiro in due anse, e scorre. Immaginate un paesaggio modellato dalle balze, che rievoca storie dimenticate lasciate nel segno della pietra grigia, quando i barconi che risalivano la corrente non erano ancora ricordi. Immaginate una residenza nobiliare sull’argine di un fiume. Immaginate un parco che la circondi. Se immaginare ancora non vi riesce, è perchè non avete ancora visitato Villa Cavenago.


LIVE MUSIC : Ottavia Brown
www.ottaviabrown.com

 

Leave A

Comment