Gli Ambienti di Lucio Fontana a Milano.

Lucio Fontana è un’artista che oltre ad avere un legame con la mia città, è infatti morto a  Varese nel 1946, ho spesso incontrato durante i miei viaggi nei musei più importanti del mondo.
E’ un artista a trecentosessanta gradi, che ha toccato molteplici discipline: pittura, scultura, installazioni all’avanguardia…
E’ stato tra i primi a scardinare il concetto bidimensionale di pittura, ha squarciato le sue tele dando tridimensionalità alle sue opere. Ha anticipato i movimenti artistici degli anni a venire come precursore di allestimenti e installazioni moderne.
A milano, all’Hangar Bicocca sono andati in scena nove Ambienti spaziali e due interventi ambientali, realizzati da Lucio Fontana tra il 1949 e il 1968 per gallerie e musei italiani e internazionali.

“Andare in scena” è proprio il termine giusto per queste installazioni: sono uno spettacolo da vedere, percorrere e vivere. Sono dei “mini spazi” in cui luci e colori creano mondi a se stanti, adimensionali e di grande impatto estetico ed emotivo.

Inutile dire che mini-me, la mia piccola critica d’arte di quasi 10 anni, è stata una mostra che ha definito fantastica. Entrare in corridoi di luce morbidi e ondulati l’ha fatta un po’ sentire al luna park. Lampade Uv l’hanno fatta divertire guardando i miei capelli flou o i denti colorati.
Mostra da non perdere e assolutamente adatta ai bambini.

Qui trovate 9 curiosità su Lucio Fontana che forse non sapete.

Altri post sull’ Hangar Bicocca

Leave A

Comment